Single Blog Title

This is a single blog caption

Il super gol di Menegazzo non basta: vince l’Inveruno

Due errori, due gol subiti. E davanti la solita incredibile fatica per tirare in porta.

Si riassume così la sconfitta odierna dell’Olginatese sul campo dell’Inveruno. Una sconfitta che chiude la serie positiva esterna dei bianconeri, che non perdevano lontano da Olginatese addirittura dal 17 settembre. Anche in quel caso (la gara di Castiglione delle Stiviere) si giocò di mercoledì.

Le partite durante la settimana non sembrano portare molto bene, soprattutto al nostro portiere Marco Sordi, incappato anche questa volta in una brutta “papera”. Dopo un avvio di partita senza occasioni, infatti, al 17’ l’Inveruno passa in vantaggio con Broggini: tiro da fuori area che sembra innocuo e che invece schizza sul terreno bagnato e passa sotto le braccia di Sordi, per la più classica delle “papere”. Al 25’ l’Olginatese risponde e va vicina al pareggio: punizione tagliata di Greco, Ronchetti sfiora il pallone di testa e Bordin vola a togliere lo stesso dall’angolo più lontanto. Al 41’ è invece l’Inveruno a rendersi pericoloso su calcio piazzato: Broggini cerca il primo palo dal vertice sinistro dell’area, ma stavolta Sordi è bravissimo a respingere. Mentre il primo tempo sembra avviarsi alla chiusura sul parziale di 1-0, proprio al 45’ l’Olginatese trova il pari con un gol meraviglioso di Giulio Menegazzo, bravo a stoppare il pallone fuori dall’area e a far partire un super sinistro con destinazione incrocio dei pali. Il primo tempo si chiude così in parità.

Nella ripresa l’Olginatese parte bene e, dopo due minuti, Bianchimano stacca su un cross di Greco ma non riesce a trovare la porta. Al 4’ è invece l’Inveruno a rendersi pericoloso con Sarr che, pescato solissimo in area di rigore, sbaglia il controllo e permette a Sordi di chiudere in uscita sul primo palo. Sul secondo calcio d’angolo che segue, però, arriva il raddoppio locale: palla respinta sulla trequarti di sinistra dell’attacco dell’Inveruno, contro cross tagliato di cavallini e inserimento vincente di Lella sul secondo palo. L’Olginatese si riversa in avanti alla ricerca del pari, ma senza impensierire Bordin. Sono invece i padroni di casa a creare un’altra occasione da gol: filtrante di Broggini per De Masi, destro indirizzato all’angolino e grande parata di Sordi che evita il 3-1. L’ultimo quarto d’ora è un monologo olginatese, con l’Inveruno chiuso dietro a difesa del risultato. Fabio Corti schiera tutti gli attaccanti a disposizione, con Farina e Merlo riferimenti offensivi e Di Fiore e Formigoni a suggerire sulla trequarti, sfruttando anche le continue proiezioni offensive di Corti e Menegazzo sulle corsie. Di tiri in porta però non ne arrivano, eccezion fatta per un destro debole e centrale di Farine e per una conclusione alta di Di Fiore.  L’unica vera occasione arriva (o è meglio dire sarebbe potuta arrivare) a due minuti dalla fine, quando un cross di Greco pesca tre giocatori bianconeri liberi davanti a Bordin: il pallone però lo prende Farina, l’unico in posizione di fuorigioco, e di conseguenza il guardalinee sbandiera l’irregolarità.

Il forcing olginatese si conclude con un nulla di fatto. L’Inveruno vince 2-1.

INVERUNO 2

OLGINATESE 1

MARCATORI: Broggini (I) 17’pt, Menegazzo (O) 45’pt; Lella (I) 5’st.

INVERUNO (4-3-3): Bordin, Bisceglia, Grassi, De Masi, Marioli, Lazzaro, Cavallini (Morao 25’st), Pisoni (Spadaccino 40’st), Sarr, Lella (Giacomoni 25’st), Broggini. All. Melosi.

OLGINATESE (3-5-2): Sordi, Mara, Ronchetti, D. Cattaneo, A. Corti, Greco, Bono (Merlo 33’st), Beccalli (Formigoni 18’st), Menegazzo, Di Fiore, Bianchimano (Farina 7’st). All. F. Corti.

ARBITRO: Longo di Paola.

NOTE: Ammoniti: Lazzaro, Lella, Marioli (I), Menegazzo e Di Fiore (O). Spettatori: 250 circa.