Single Blog Title

This is a single blog caption

Puleo Cup: 2002 eliminati ai quarti di finale

È finita domenica mattina l’avventura dei 2002 bianconeri nel 1° TORNEO “PULEO PROMOTION CUP”. La squadra di mister Bruno Marini è stata infatti sconfitta 3 a 1 nei quarti di finale dall’Accademia Inter. Ecco la cronaca del mister.

 

Il quarto di finale che ha visto impegnati i nostri “Raga” si è giocato domenica 19 gennaio presso il centro sportivo “SAN ROMANO” di Milano. Oltre alla modifica della data di svolgimento, anche l’avversario che ci si trova ad affrontare è diverso da quello uscito dalla fase di qualificazione; infatti, per ancor non ben noti motivi se non quello di “impedimenti scolastici”, l’organizzazione stravolge il tabellone e comunica con solo 24 ore di preavviso che i nostri avversari saranno i pari età dell’ACCADEMIA INTER di Milano e che la gara si disputerà alle ore 10:00. Il dover essere al campo con un giusto anticipo in modo tale da poter preparare l’incontro, costringe i Raga alla classica “levataccia” domenicale. La pioggia battente accompagna la squadra fin dalla partenza ma fortunatamente concede un po’ di tregua durante la partita.

Squadre in campo nelle loro migliori formazioni, anche se gli olginatesi devono far a meno degli infortunati SALA MATTEO, AMIGONI e TELI, a cui si aggiunge all’ultimo istante anche AIROLDI. Sin dalle prime battute di gioco si percepisce che sarà una sfida giocata a viso aperto tra due ottime formazioni che esprimo un buon calcio. I bianconeri iniziano con il loro classico “giro palla” mentre i milanesi sono più aggressivi e cercano di evitare il possesso palla degli avversari con un pressing costante. Le folate nerazzurre con tentativi d’incursione sulle fasce non preoccupano la retroguardia olginatese schierata con CORTIBRINICAPOCASALE, che dimostra tranquillità nella marcatura degli avversari. Il centrocampo è saldamente in mano bianconera grazie al 3-4-1 che crea superiorità numerica nella zona nevralgica del terreno di gioco. La coppia centrale COLOCOLO (Alessandro e Andrea) interrompe le trame di gioco nerazzurre ed è sempre pronta a ripartire con precise giocate e ad aprire verso gli ispirati FISCHETTI a destra e SALA FEDERICO a sinistra. In avanti “giganteggia” un ispirato VILLA che lotta come un leone tra le maglie della difesa avversaria. È da una splendida intuizione di COLOMBO ALESSANDRO che nasce la rete del vantaggio bianconero. Palla rubata sulla trequarti avversaria e cross pennellato per l’accorrente SALA FEDERICO che insacca con uno splendido tiro al volo di sinistro. L’attesa reazione dei milanesi non c’è e sono ancora i bianconeri a sfiorare il raddoppio con FISCHETTI e VILLA. Si va al riposo sull’1-0 per i bianconeri e qualche recriminazione per un vantaggio che avrebbe potuto essere più ampio.

Nella ripresa cambia la disposizione tattica delle 2 squadre, con un’Accademia che, con l’obbligo di rimontare, schiera un 3-3-2 offensivo e di controparte l’Olginatese che risponde con un 4-3-1 molto guardingo. Questa disposizione in campo comporta un indietreggiamento del baricentro del gioco verso la porta dei lecchesi. Le offensive dei nerazzurri si fanno sempre più pressanti fino a che, intorno al quarto d’ora, l’attaccante dei milanesi sigla il gol del pareggio su un’errata disposizione della retroguardia bianconera. L’Olginatese corre ai ripari rinforzando il centrocampo con l’inserimento di un quarto uomo e così ritornando ad una difesa a tre. Questo consente un riequilibrio in campo e i bianconeri riprendono le redini del gioco. Quando a 3 minuti dal termine la partita sembra avviata verso un pareggio, succede di tutto. FISCHETTI schierato a sinistra rientra palla al piede verso l’area avversaria e fa partire un tiro che, dopo una lieve deviazione di un difensore, va a stamparsi sulla traversa della porta nerazzurra per poi andare sul fondo. A quel punto il direttore di gara, forse coperto da altri giocatori, non vede e non assegna il calcio d’angolo. Il portiere milanese rimette lungo dal fondo e la palla giunge sui piedi dell’esterno destro dell’Accademia che, nel tentativo di crossare al centro, colpisce male il pallone che prende uno strano effetto e, nello stupore generale, va ad insaccarsi all’incrocio dei pali dell’incolpevole LONGHI. A questo punto, mancando un solo minuto alla fine del tempo e nel tentativo di recuperare, i bianconeri si riversano totalmente in attacco e vengono colpiti in contropiede dalla terza rete avversaria.

L’incontro termina con i Raga dell’Olginatese fortemente amareggiati che escono dal campo tra gli applausi di tutto il pubblico presente e i complimenti dei forti avversari. Anche se sconfitta, possiamo affermare che questa squadra ha raggiunto alti livelli di gioco ed ha ancora ampi margini di crescita e le parole di mister Marini lo confermano: “ESTOY MUY ORGULLOSO DE MI EQUIPO…..”.

Bruno Marini