Single Blog Title

This is a single blog caption

Pulcini 2005: la gara con il Lecco

PULCINI 2005 vs Lecco 3-1 (3-0 / 2-0/ 0-0)

Si respira aria di derby visto che l’avversario è il Lecco, in campionato per i 2005 è la prima partita giocata contro di loro. Le squadre si danno battaglia ma la superiorità tecnica dei nostri viene fuori quasi subito e si gioca a senso unico.

Nel primo tempo la formazione è la seguente: FORLEO, RADAELLI, MOTTA, LIMONTA, MAURI, SEVERINO e PURITA. Il pallino del gioco è quasi sempre dei nostri, il portiere gioca solo praticamente sui retropassaggi dei compagni e proprio da uno di questi arriva l’1-0: la palla parte da FORLEO e, dopo una serie di passaggi veloci e precisi della squadra, arriva a PURITA che dalla fascia esplode un sinistro sotto la traversa che non lascia scampo al portiere avversario. In seguito SEVERINO si libera molto bene dei difensori avversari e in scivolata anticipa il portiere avversario per il 2-0. Il 3-0 è opera di LIMONTA che prende palla e da fuori aria esplode un tiro a mezz’altezza sulla sinistra dell’estremo difensore del Lecco che non può farci nulla. Il risultato potrebbe essere più ampio, i nostri costruiscono due grandi occasioni: prima un tiro di LIMONTA esce di poco sopra la traversa e poi MAURI si vede ribattere un bel tiro dal portiere avversario, molto attento nell’occasione.

Nel secondo tempo entra in campo il resto dei nostri ragazzi: CAPELLI, CUCCUI, GALLO, PANZERI, BONACINA, VIGANO’ e POLI. La nostra squadra in questo tempo riesce a segnare 2 goal, prima POLI che, ben servito da BONACINA, di destro trova il gol con tiro secco e preciso, infine è la volta di PANZERI che trova il goal con un sinistro a volo. I nostri avversari hanno l’occasione di segnare su un contropiede, con la squadra alta, ma CAPELLI è bravo e compie una bella parata.

Terzo tempo, con la solita girandola di sostituzioni, finisce a porte inviolate. Per noi le occasioni non mancano, ma non manca nemmeno un po’ di sfortuna, con una rovesciata bellissima di PURITA fuori per pochi centimetri (sarebbe stato un goal spettacolare), una traversa clamorosa di MOTTA e infine la bravura dell’estremo difensore avversario, sicuro e pronto in un paio di occasioni.

Partita in clima di festa e divertimento, bene così, alla fine si festeggia la piccola Viola, bimba del nostro Mister, tantissimi auguri.

BEPPE FORLEO