Single Blog Title

This is a single blog caption

Playoff regionali: 99 da favola, Aldini annientato!

GIOVANISSIMI 99 vs Aldini 3-0

Prendere sonno ieri sera, dopo una partita così elettrica e vibrante, è stato veramente difficile. I nostri ragazzi sono riusciti a trasmetterci emozioni, adrenalina e tanta tanta passione.

Quarti di finale complicati con l’Aldini di Milano, che si presenta a Olginate speranzoso e con la volontà di passare il turno visto il 6-1 con cui ha liquidato la Lombardia Uno agli ottavi. I ragazzi dell’Olginatese 99 sono sul pezzo, la tensione è evidente e la concentrazione che dimostra il gruppo nell’affrontare la partita denota grande professionalità, rispetto per il momento che si sta per vivere e sicuramente evidenzia le capacità di chi ci sta guidando in questa splendida quanto spettacolare avventura: Mister Galli. Gli spalti sono gremiti e fa riflettere il fatto che non ci sono solo famigliari e amici ma amanti del calcio coinvolti in quest’avventura da quindicenni di belle speranze che insegnano, partita dopo partita, l’importanza di giocare divertendosi, di giocare condividendo e di giocare per testimoniare che è bello essere sempre protagonisti delle proprie passioni.

In ritardo di 24 ore inizia la partita, che evidenzia la compattezza delle due formazioni, la stima reciproca e la volontà di non mollare. Al 6’ del primo tempo è il nostro grande Esposito a salvare il risultato con un intervento risolutivo sull’accorrente attaccante avversario. Dovendo giocare contro vento, le difficoltà sono elevate ma i nostri ragazzi gestiscono al meglio ogni situazione e in ripartenza costringono il direttore di gara ad estrarre per ben tre volte il cartellino giallo. È evidente che l’Aldini teme la nostra velocità e la nostra capacità di ripartire sempre palla a terra, in profondità e con estremo ordine. È questa paura che blocca il loro ardore e, annebbiando le loro idee, rende semplice il nostro controllo sulla partita.

All’inizio del secondo tempo gli avversari si presentano in notevole anticipo sul campo come per esercitare una pressione sui ragazzi, come per esorcizzarci, ma alla prima occasione passiamo in vantaggio. È il 6’ del secondo tempo e un maldestro rinvio della difesa avversaria finisce sul piede dell’accorrente Sala Riccardo che, da trenta metri e con una potenza e precisione inaudite, scaglia la palla sotto l’incrocio alla destra dell’attonito e impotente portiere avversario. Eurogol alla Steven Gerrard e tripudio in campo e sugli spalti. L’Aldini si riversa in attacco per cercare di raddrizzare la partita ma 4 minuti dopo uno straripante Porta semina il panico sulla sinistra e serve al centro l’indemoniato quanto galvanizzato Sala che raddoppia con una rasoiata a fil di palo. Iniziano i cambi ma il pallino del gioco è ormai saldo nelle mani dei nostri ragazzi che, agguantata la preda, non mollano di un centimetro. Su calcio d’angolo il nostro Ciccia realizza un fantastico goal in acrobazia e manda definitivamente in delirio tutto il pubblico bianconero. Tre a zero, passaggio del turno ottenuto e idee, speranze e sogni che volano nella testa dei nostri ragazzi, in grado di superare l’ennesimo difficile ostacolo della stagione.

Ora ci aspetta la doppia sfida con l’Accademia Inter, grande società e grande squadra. Non dobbiamo avere timore, dobbiamo vivere la doppia sfida con la consapevolezza di essere diventati una vera e grande squadra. Ragazzi del 99, avremo bisogno di tutto il vostro talento, di tutta la vostra imprevedibilità per rendere la partita meno prevedibile, avremo bisogno del giusto ritmo e di una sana originalità per arrivare alla vittoria. Quindi anche se è vero che siamo tutti uguali, che tutti abbiamo le capacità tecniche per disputare la partita, cerchiamo in queste poche ore di acquisire quello spirito che ci renda imprevedibili e unici nonostante l’uguaglianza che ci accomuna. Cerchiamo così di vivere senza difficoltà e con orgoglio la nostra unicità, la nostra diversità, con la consapevolezza che non sempre si arriva al risultato migliore per noi singoli ma che possiamo ottenerlo con il nostro esempio per i nostri compagni, per la nostra squadra. Forza ragazzi, dall’inizio dell’anno tante situazioni sono cambiate, noi siamo cambiati e vogliamo cambiare ancora!

Forza Olginatese!!!!!!!!!!!!!

Carlo Bovis