Single Blog Title

This is a single blog caption

I 2001 battono l’Atalanta!!

Le squadre giovanili dell’Olginatese continuano a stupire!

Dopo la vittoria del 25 agosto scorso dei Giovanissimi ’97 contro i pari età del Como (5 a 2), sabato pomeriggio è toccato agli Esordienti 2001 riuscire nel difficilissimo e prestigioso compito di battere una squadra professionista. I ragazzi allenati da Roberto Minniti hanno infatti battuto 2 a 1 l’Atalanta (composta da molti pari età e alcuni 2002) esprimendo un ottimo gioco e dimostrando di avere grande carattere e personalità.

 

Ecco la cronaca del mister:

Dopo la delusione della sfortunatissima eliminazione al torneo internazionale di Canegrate (a causa del sorteggio che ha premiato i brasiliani), i bianconeri tornano in campo per un’altra partita di prestigio.

Gli esordienti 2001 si trovano quindi a sfidare, in amichevole a Brembate, l’Atalanta (2001-2002).

La partita si apre con le due squadre in equilibrio che passano i primi minuti a “studiarsi”.

Col passare dei minuti sono però i ragazzi dell’Olginatese a prendere sempre più possesso del campo avversario ed a cercare di imporre il proprio gioco e ritmo.

Non passa molto e gli ospiti trovano quindi il vantaggio con Ricky Atletico, bravo ad insaccare con una bella conclusione un’azione sviluppata sulla fascia destra.

I bianconeri aumentano ancora una volta la pressione e, dopo qualche azione sciupata, trovano il meritato raddoppio con Giona, lesto a ribadire in rete una respinta del portiere avversario su un bel tiro da fuori area di Ricky Atletico.

I neroazzurri provano a riscattarsi ma, soprattutto a causa di un’eccellente prestazione della fase difensiva dei bianconeri, non riescono praticamente mai ad impensierire il portiere ospite e la prima frazione si chiude sullo 0 a 2.

Il secondo tempo vede l’Atalanta partire con un piglio diverso e cercare di fare il gioco per provare a mettere in difficoltà i bianconeri. Dopo una decina di minuti grazie ad una bella azione corale i locali trovano il gol che accorcia le distanze.

A questo punto gli ospiti tornano ad alzare il baricentro e la pressione e provano ad impensierire con delle belle ripartenze la difesa locale senza però riuscire a trovare la via del gol.

La partita continua su questo andamento e si chiude senza altri particolari sussulti.

In generale un’ottima prova per organizzazione, intensità e voglia (tranne la prima parte del secondo tempo in cui abbiamo concesso troppo spazio agli avversari, arretrando un po’ troppo).

Da rimproverarci qualche azione sprecata di troppo con errori in fase di finalizzazione, che ci avrebbe concesso di avere un margine maggiore e quindi più sicurezza.

Avanti così che la strada è lunga…

 

Leave a Reply