Single Blog Title

This is a single blog caption

Olginatese forte come la prima: 1-1 con il Pro Piacenza

Non è da tutti fermare la prima della classe. L’Olginatese ce l’ha fatta con una prova calcisticamente e caratterialmente ottima considerato l’avversario e il terreno di gioco pesante (ma senza pozzanghere) per colpa di tre giorni di pioggia ininterrotti. L’1-1 ottenuto contro la Pro Piacenza, come dirà negli spogliatoi mister Alessio Delpiano, avrebbe potuto anche essere un risultato più favorevole alla causa bianconera se gli attaccanti di casa fossero stati un po’ più cattivi davanti al portiere avversario. Ma forse sarebbe stato troppo punitivo nei confronti degli ospiti che in alcune giocate hanno fatto vedere perché guardano tutti dall’alto verso il basso della classifica.

Delpiano schiera per la prima volta Vuk Cvetkovic (arrivato in settimana il via libera dalla Federazione per il suo tesseramento) a fianco di Fabio Cristofoli e davanti a Matteo Barzotti. Alle loro spalle tre centrocampisti e quattro difensori. 4-3-3 molto offensivo per provare a spaventare gli avversari che però non si fanno impressionare e per i primi minuti di gara tengono in mano il pallino del gioco imperversando sulle fasce, ma senza mai creare reali pericoli. Infatti la prima occasione è dell’Olginatese al 17′ con Mastrototaro che a quaranta metri dalla porta vede il portiere avversario fuori dai pali e calcia di prima intenzione sfiorando la traversa. Al 22′ ancora una conclusione da lontano per l’Olginatese. Questa volta ci prova il ’97 Molteni, ma Donnarumma non si fa sorprendere e blocca a terra. La prima vera occasione della Pro Piacenza arriva al 25′ con una palla filtrante per Matteassi che si trova a tu per tu con Ripamonti, ma il portierone di casa para col piede. Poi l’Olginatese prende in mano il pallino del gioco e crea due clamorose palle gol nel giro di dieci minuti. Al 28′ palla tagliata in area di rigore per Cristofoli che sul controllo si trova da solo davanti al portiere, ma il terreno pesante rallenta il suo tocco di punta e il numero uno avversario riesce a parare. Al 38′ situazione di gioco identica con Cvetkovic che controlla bene, si smarca all’interno dell’area di rigore, ma al momento del tiro incespica e tira lentamente, Donnarumma è battuto, ma un difensore respinge sulla linea direttamente sulle gambe dello stesso Vuk e il pallone rimbalza in angolo. Al 41′ a passare è però la Pro Piacenza con Matteassi che rientra da una posizione evidentemente irregolare, crossa per Piccolo che si inventa un fantastico gol in mezza rovesciata. E la prima frazione finisce 0-1.

La ripresa si apre subito con un cambio. Fuori Molteni e dentro Di Fiore per cercare più spinta offensiva tanto che Delpiano opta per il 4-2-4. La Pro Piacenza prova a chiudere i conti al 6′ con un tiro da fuori di Pessagno diretto all’incrocio, ma Ripamonti è attento e respinge. All’8′ bianconeri pericolosi con una torre di Cvetkovic sfruttata da Cristofoli che calcia dal limite obbligando Donnarumma alla parata in angolo. All’11’ ancora i due scambiano, ma la girata del bomber bianconero finisce a lato. Al terzo tentativo lo schema funziona perfettamente. Lancio per Cvetkovic, sponda del serbo, controllo e tiro di Cristofoli per l’1-1. L’attaccante è galvanizzato dal gol e al 21′ prova una conclusione da fuori area che viene parata. Mentre al 24′ è Cvetkovic che prova la girata, ma senza fortuna. L’ultima occasione è per la Pro Piacenza al 28′ con un gran tiro da trenta metri di Silva che viene deviato da un difensore e per poco non si infila all’incrocio dei pali. Nell’ultimo quarto d’ora ha la meglio la fatica per il campo pesante e i ritmi si abbassano facendo finire in parità una partita davvero bella.

Finisce 1-1 e vista la classifica degli avversari, va bene così.

OLGINATESE: 1

PRO PIACENZA: 1

MARCATORI: 41′ pt Piccolo (P), 18′ st Cristofoli (O).

OLGINATESE: Ripamonti, Fidanza, Menegazzo, Molteni (dal 1′ st Di Fiore), Viganò, Dionisi, Mastrototaro, Bono, Cristofoli, Barzotti (dal 38′ st Calandra), Cvetkovic. All. Delpiano.

PRO PIACENZA: Donnarumma, Castellana, Carminati, Rieti, Silva, Colicchio, Matteassi (3′ st Pessagno), Jakimovski, Piccolo (33′ st Delfanti), Bignotti, Marmiroli. All. Franzini.

ARIBTRO: Forneau di Roma.

AMMONITI: Menegazzo (O), Rieti, Matteassi, Jakimovski (P).