Single Blog Title

This is a single blog caption

Che Olginatese! Mapello espugnata 2-0

Un gol per tempo e l’Olginatese di Alessio Delpiano piega il MapelloBonate di mister Achille Mazzoleni (papà del nostro Tommaso, difensore dei 2004). Nonostante l’assenza di Vuk Cvetkovic che domenica scorsa si è rotto il dito e ne avrà ancora per due settimane, la squalifica di Giulio Menegazzo, le non perfette condizioni di Dario Mastototaro e di Davide Di Fiore (che infatti è partito dalla panchina), i bianconeri sono stati in grado di strappare tre punti fondamentali nella corsa verso la salvezza contro una diretta rivale.

Il Mapello non può permettersi una sconfitta e infatti parte meglio affondando sugli esterni con Mauri e Sorti. La prima occasione arriva al 7′ con una punizione dal limite di Pedrocchi parata in angolo da Ripamonti. Ancora il numero uno bianconero protagonista al 9′ quando Mauri taglia orizzontalmente il campo, si libera al limite dell’area, calcia, ma Ripamonti riesce a respingere in uscita. Bisogna aspettare il 22′ per la prima conclusione olginatese con Lombardi che calcia troppo centrale una punizione da qualche metro fuori dall’area di rigore. Al 31′ altro calcio piazzato dal limite per Pedrocchi, ma la sua conclusione esce di poco. Passano due minuti e l’Olginatese passa in vantaggio: Viganò sulla destra crossa al centro per Cristofoli che in mezzo all’area controlla un difficile pallone, si defila, calcia verso la porta, sulla traiettoria si inserisce Lombardi che in spaccata mette in rete: 0-1. L’ultima occasione della prima frazione è ancora per i padroni di casa, ma Ripamonti ancora una volta non si fa sorprendere e in uscita  e contrasta un’incursione di Sorti mettendo in angolo.

La ripresa si apre con il cambio ormai divenuto un classico delle ultime gare: fuori il ’97 Molteni e dentro il ’94 Di Fiore che con il suo ingresso darà una scossa alla gara. Al 7′ è proprio lui che si presenta tutto solo davanti a Quadri dopo un bello scambio con Bono, ma gli tira addosso. Gol sbagliato e per poco il MapelloBonate non pareggia. Punizione dalla trequarti, colpo di testa di Ferrari e traversa. Al 20′ Lombardi ci riprova da 30 metri, la palla sbatte sulla traversa e rimbalza sulla linea prima di tornare in campo. Un minuto dopo arriva il raddoppio con un’azione orchestrata da una parte all’altra del campo che trova Mastrototaro in area di rigore, bravissimo ad anticipare tutti con la punta del piede e appoggiare in fondo al sacco: 0-2. L’Olginatese diventa padrona del campo e i bergamaschi abbassano la guardia, tanto che al 29′ per poco Nicolosi non fa autorete su un cross dello scatenato Calandra. Al 36′ Fidanza commette un’ingenuità a centrocampo scalciando un avversario da dietro e lasciando i bianconeri in dieci. L’inferiorità numerica non frena Bono e compagni che con Di Fiore hanno un’altra clamorosa occasione al 40′, ma anche questa volta, da solo col portiere, il ’94 non riesce a far altro che calciargli addosso, non riuscendo a mettere il sigillo su un secondo tempo che l’ha visto assoluto protagonista.

Finisce 2-0 per l’Olginatese che si gode tre punti che portano la squadra a più nove sulla zona play out. E a cinque lunghezze dai play off a ben vedere. Ma questa è un’altra storia.

MAPELLOBONATE: 0

OLGINATESE: 2

MARCATORI: 33′ pt Lombardi (O), 21′ st Mastrototaro (O).

MAPELLOBONATE: Quadri, Ferrari, Corti (dal 32′ st Gabellini), Pedrocca, Nicolosi, Alushaij, Mauri, Verzelletti (dal 32′ st Biaye), Piras (dal 16′ st Russo), Pedrocchi, Sorti. All. Mazzoleni.

OLGINATESE: Ripamonti, Calandra, Fidanza, Dionisi (dal 32′ st Cattaneo), Colombo, Viganò, Mastrototaro, Bono, Cristofoli, Lombardi (dal 43′ st Barzotti), Molteni (dal 1′ st Di Fiore). All. Delpiano.

ARBITRO: Santoro di Messina.

AMMONITI: Alushaij, Piras, Ferrari (M), Calandra, Lombardi (O).

ESPULSO: 36′ st Fidanza (O).