LEGNAGO – Peggio non poteva andare la trasferta veneta, scontro decisivo per la salvezza. L’Olginatese torna da Legnago sconfitta 2-0 nel risultato, nel morale, nel gioco, nei duelli, in tutto quello che questa gara doveva dire.

Nemmeno il tempo di mettersi comodi che Zoia si fa male alla testa per un contrasto, i bianconeri rimangono in dieci e in inferiorità numerica si fanno sorprendere di testa da Bruni: 1-0. I padroni di casa fanno la gara e sfiorano ripetutamente il raddoppio con lo scatenato Ibe e solo la vena di Iali impedisce alla squadra di capitolare ancora. L’Olginatese è tutto in una discesa in solitaria di Tremolada conlcusa con tiro fuori di poco e le proteste per un rigore non concesso alla mezz’ora.

La ripresa si apre esattamente come la prima frazione. Angolo per il Legnago, traversa, sulla respinta si accende una mischia e l’arbitro decreta il rigore. Orchi va sul dichetto, Iali intuisce, ma non arriva: 2-0. I veneti sono padroni delle operazioni e cercano il tris. Soltanto quando la pressione di casa cala, si riesce a vedere l’Olginatese che sfiora la rete con un colpo di testa di Moretti e spreca un’ottima occasione con Tremolada. Nel finale una punzione magistrale di Mantovani si stampa sull’incrocio dei pali.

Finisce 2-0 per il Legnago e per i bianconeri ora è “mission impossible”

 

LEGNAGO SALUS: 2

OLGINATESE: 0

MARCATORI: 7′ pt Bruni (LS); 4′ st Orchi (LS) rig.

LEGNAGO SALUS: Cuoco, Dabo, De Gregorio, Marin (30′ st Di Dionisio), Orchi, Parrino, Bruni ((39′ st Darraji), Kouame (37′ st Gulinatti), Peinado (47′ st M. Pennacchio), Mantovani, Ibe. All. Pagan.

OLGINATESE: Iali, Greco, Zoia (44′ st Maggioni), Ricozzi (28′ st Bignotti), Fabiani, Tarasco, Comi (37′ st Nasatti), Compagnone, Cortesi (1′ st Moretti), Lacchini, Tremolada. All. Boldini.

Ammoniti: De Gregorio (LS) e Compagnone (O)

Espulso: 48′ st Maggioni (O).