Single Blog Title

This is a single blog caption

Giovanissimi 99: tutto facile con il Villa

GIOVANISSIMI 99 vs Villa 3-0

Il pericolo numero uno nell’affrontare la partita con il Villa poteva essere sottovalutare l’avversario e non concentrarsi sulla partita in maniera adeguata. I ragazzi hanno superato l’esame proposto dal campionato con una vittoria che non lascia spazio a nessuna interpretazione.

Turnover cercato da Mister Galli che dimostra a se stesso ed ai ragazzi che nell’articolo precedente (Olginatese – Vis Nova) avevo torto: l’Olginatese 99 è simile alla matematica infatti scambiando fra di loro i giocatori (addendi per i matematici) il risultato non cambia: vittoria e tre punti.

La partita è un match a senso unico dove i nostri ragazzi hanno vinto sotto tutti i punti di vista: corsa, idee, gioco e occasioni da rete. La voglia di archiviare la partita e passare una domenica soliva con amici e parenti si è intravisto fin dalle prime battute. Al 10’ del primo tempo una bella giocata in velocità tra Bonfanti e Rada permetteva a Ciccia di involarsi imprendibilmente sulla fascia destra dove, effettuando un cross preciso e nei tempi giusti, permetteva all’accorrente Catalano (migliore in campo) di insaccare il primo goal della giornata. La differenza in campo è evidente e nel giro di pochi minuti, un po’ per fretta ed un po’ per imprecisione, non riusciamo, con Radice e Ciccia, a raddoppiare e chiudere la partita. Allo scadere la pressione e la voglia dei ragazzi sortisce l’effetto desiderato e viene servito il marchio di fabbrica Olginatese 99: punizione di Rada e in mischia un ottimo Galli prima vede il suo colpo di testa ribattuto da un difensore e nella mischia generatasi trova ancora il tempo per ribadire in rete. Il secondo tempo incomincia come il primo tempo era finito: corner di Rada e goal di testa dell’accorrente Galli. Game over, partita archiviata dal punto di vista del risultato, adesso bisogna solo giocare, divertirsi e migliorare lo stare in campo per diventare squadra sempre più vera. Qualche occasione per rendere cospicuo il risultato ci sarebbe ma prima Mapelli e poi Crotta si fanno ipnotizzare al momento della conclusione da un buon portiere avversario. Peccato, sarà per la prossima occasione!

Per finire un pensiero ai nostri atleti su cui riflettere e lavorare nei prossimi giorni in allenamento e in partita: il calcio è un bellissimo sport di squadra e non si gioca da soli, anche se si è molto bravi. Il proprio talento, la propria capacità va condivisa e messa al servizio della squadra così che tutti (anche chi guarda sugli spalti) ne possa trarre beneficio. Buon lavoro!

Carlo Bovis