Single Blog Title

This is a single blog caption

Cronache dai campi…

Sondrio – Allievi ’97 2 – 9

9’ Riva, 15’ Calò, 17’ Beccalli, 22’ Beccalli, 29’ Riva, 40’ Di Luccio, 70’ Bella, 76’ Riva, 85’ Di Luccio
Festival del goal in Valtellina.
Trasferta infuocata per i giovani bianconeri classe ‘97 dopo l’indigesto pareggio della scorsa giornata, affrontano con grinta e determinazione un Sondrio che nonostante si porti subito in vantaggio con Speziale al 7’ (gran punizione dove Rossi non può nulla) soccombe sotto i colpi dell’orda bianconera, che risponde già al 9’ con Riva.
Al 15’ tocca a Calò, che sorprende l’estremo difensore con un tiro cross; al 17’ è il turno di Beccalli, servito da un delizioso assist di Di Luccio e al 29’ Riva con un pallonetto beffa l’estremo difensore. Chiude il primo tempo al 40’ Di Luccio con un ottimo tiro a incrociare sul palo opposto. Nella ripresa calano decisamente i ritmi anche se i giovani bianconeri dominano sempre la zona di campo avversaria. Al 18’ distrazione difensiva e Speziale firma la doppietta. Gli ospiti a questo punto riprendono il loro passo e al 25’ Bella trova il gol con un tiro rasoterra a fil di palo. Al 31’ firma la tripletta Riva con assist del capitano Corti e chiude come nel primo tempo Di Luccio con un destro non potente ma insidioso. Poco da aggiungere visto il risultato finale. Un Sondrio quasi sempre in balia dell’avversario che esprime un ottimo calcio, sia come ordine in campo che attraverso giocate di ottima fattura.

Fabio Ortelli

Allievi ’98 – Colicoderviese 1 – 1

Seconda giornata agrodolce per gli Allievi ‘98 che non vanno oltre l’1 a 1 contro il ColicoDerviese nella seconda giornata di campionato. Inizio negativo per l’Olginatese che al 6’ è già sotto: lancio lungo per Balbi che taglia la difesa distratta e infila Lavelli con un tocco ravvicinato. I bianconeri non si fanno intimidire e fortunatamente reagiscono subito prendendo in mano il pallino del gioco ed esprimendo un ottimo calcio, tanto che trovano diverse volte la via della porta ma sempre senza impensierire il portiere lariano. Al 38’ però bomber Bolis a tu per tu col portiere non sbaglia e sigla l’1a1. Il primo tempo si conclude in parità. L’Olginatese continua a spingere sull’acceleratore e non concede occasioni agli avversari grazie al muro difensivo CogliatiPaleari che si fa perdonare l’errore iniziale con una partita egregia. La squadra di casa spende molto e con l’innesto di forze fresche domina la gara creando occasioni a ripetizione con Rizzuti, Tamà e Galli senza riuscire a centrare il bersaglio. Episodio dubbio a 3 minuti dal fischio finale quando il direttore di gara annulla un gol in presunto fuorigioco a Rizzuti che insacca da pochi passi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La partita termina in pareggio, 2 punti gettati via per l’Olginatese e un punto che sa di vittoria per il ColicoDerviese. Domenica prossima i ‘98 saranno di scena a Cinisello sempre alle ore 11:00.

Gianni Colombo

 

Vis Nova Giussano – Giovanissimi ’99 3 – 0

Carissimi, eccoci qui a raccontare una partita strana, Vis Nova Giussano – Olginatese, che i nostri ragazzi hanno giocato, cercato di vincere ma purtroppo perso quasi malamente. Tre punti persi, risultato mortificante ma spesso nello sport l’essenziale è invisibile agli occhi e bisogna andarlo a scovare nelle pieghe della partita. La partita: tra due squadre che si rispettano e si temono lo start è stato un reciproco studio, fase in cui forse siamo stati meglio in campo e predominanti territorialmente. Il Vis Nova ha preso poi il sopravvento costringendo il nostro portierone Esposito a due interventi prodigiosi su conclusioni ravvicinate. Il finale del primo tempo è girato dalla parte dei nostri ragazzi che prima con Porta, grazie ad una grande giocata di Catalano, e poi con Galli, sullo sviluppo di un corner, non riescono ad inquadrare la porta da posizione favorevole.

La ripresa comincia con una grande prova di forza e tecnica del nostro centravanti Catalano che non trova per sfortuna e per bravura degli avversari il tempo e la forza giusta per chiudere a rete. Tutto sembra girare nel verso giusto ma purtroppo, come nelle peggiori commedie, arriva la loro azione perfetta, transizione millimetrica da destra a sinistra, lancio perfetto ad innescare la loro ala destra che nonostante l’uscita disperata e quasi miracolosa di Esposito insacca. Il gol gela le nostre speranze, piomba le nostre gambe e atrofizza il nostro cervello. Qualche timida reazione di un grande Rada, migliore in campo anche domenica, non riesce a illuminare il buio venutosi a creare, viene a mancare la forza e la convinzione di potercela fare e così come per castigo arrivano il secondo e il terzo gol, frutto di nostre imprecisioni che per la verità non ci appartengono.

Il risultato non ci deve ingannare e ci deve portare gli stimoli necessari per un’opportuna e pronta rivincita. Non eravamo dei fenomeni settimana scorsa dopo il 7-0 con la Galbiatese Oggiono e non siamo da rottamare oggi dopo questo 3-0. Siamo un buon gruppo, eterogeneo e generoso che deve imparare a incanalare nel verso giusto gli sforzi e gli allenamenti della settimana. Un gruppo che deve trovare attraverso gioco, divertimento e tanta corsa, soprattutto senza palla, la direzione che mister Galli ha pensato per la squadra e nella squadra per ognuno di noi.

Carlo Bovis

 

 

 

Giovanissimi 2000 – Vis Nova Giussano 2 – 2

Partita bella e intensa quella disputata domenica mattina a Olginate… Gli ospiti partono subito forte e dopo 6 minuti, a causa di due indecisioni della retroguardia di casa, si portano sullo 0-2. Superato lo shock iniziale i ragazzi non ci stanno e vogliono recuperare lo svantaggio. Prima del finire del tempo Nguarssan, Zuffi e Spada vanno vicino al gol ma la frazione si chiude sullo 0-2.

I ragazzi iniziano la ripresa con la voglia di recuperare e all’8’ Nguerssan, servito da Todeschini, in diagonale supera il portiere ospite: 1-2. Con il passare dei minuti i ragazzi si fanno vedere costantemente vicino alla porta avversaria e sul finale di partita arriva il meritato gol del 2-2 ancora firmato Nguarssan che con un gran colpo di testa su cross di Sala mette alle spalle del portiere.

Prossima partita Seregno – Olginatese.

Antonio Brambilla

 

Giovanissimi 2001 – Robbiate 3 – 0

Domenica è iniziata la nostra grande avventura, l’intrigante sfida di questa stagione. Gli esordienti 2001 parteciperanno infatti al campionato Giovanissimi Provinciali con squadre del 1999/2000.

Dopo un mese di dura preparazione si è pronti per affrontare questa esperienza.

Il primo incontro vede i bianconeri sfidare il Robbiate in casa. Dopo poche ore di riposo dagli sforzi della sera precedente (torneo Milano) si torna in campo. La partita parte in maniera tranquilla, a metà del primo tempo circa sono i locali che iniziano a salire col ritmo e con l’intensità e prendono più stabilmente possesso della metà campo avversaria. Iniziano così le prime azioni pericolose soprattutto con gli inserimenti sulla nostra fascia sinistra che, per un po’ di imprecisione e qualche buona parata, non portano al gol. La spinta cresce progressivamente ed i bianconeri vanno ancora molto vicini al gol sugli sviluppi di una punizione a due in area con i tiri dei locali ribattuti per ben tre volte sulla linea della porta avversaria. Gli ospiti provano a reagire con qualche lancio lungo che però la retroguardia bianconera riesce quasi sempre a gestire nel migliore dei modi. In una sola occasione, causa una mancata respinta, il Robbiate colpisce la traversa con una buona conclusione.

Il primo tempo si chiude così con i bianconeri poco precisi nel finalizzare e quindi sullo 0-0.

Nel secondo tempo la spinta dell’Olginatese cresce ancora di più ed il Robbiate non riesce più a tenere il campo. Si arriva così finalmente allo strameritato vantaggio grazie ad una bella conclusione di Andrea Adamoli servito perfettamente da Monta. Nel giro di poco arriva il raddoppio con una bella conclusione di Gildo da fuori area. Gli avversari ormai sono stremati e le azione da gol si moltiplicano. Arriva in questo modo anche il terzo gol di Ricky Mandello servito dopo una percussione centrale da Cece. I bianconeri non si fermano e continuare a spingere non riuscendo più a trovare la via del gol e la partita si chiude.

In generale un buon avvio per attenzione, determinazione e gioco. Sicuramente molto positivo il ritmo ed il fatto di aver controllato sempre bene il match.

La strada è quella giusta, avanti così per prepararci al meglio alle prossime importanti sfide che ci attendono!

Roberto Minniti

 

Esordienti 2002 – Xenia 1-3 (0-0, 0-2, 1-1) (amichevole)

Ultimo impegno nella preparazione pre-campionato per i 2002 dell’Olginatese e arriva una sconfitta inattesa ma giusta per come è maturata sul campo.

In un San Mamés sufficientemente pieno di pubblico per un’amichevole pre-campionato, gli esordienti di Olginate scendono in campo per l’ultima amichevole prima dell’inizio del campionato e dopo un percorso che finora li aveva visti ben figurare in tutte le partite giocate.

Dalle prime battute si capisce che non sarà facile per i padroni di casa avere la meglio su una squadra avversaria ben disposta in campo, motivata e con delle buone individualità.

Lo Xenia si presenta subito aggressivo e non concede spazi e tempi ai giocatori bianconeri, oggi lenti e molto imprecisi.

Poche le occasioni da rete nel primo tempo, una per lo Xenia ed un paio per l’Olginatese di cui una capitata sui piedi di Teli dopo una bella azione rapida e corale.

Nel secondo tempo i bianconeri subiscono la pressione avversaria e concedono 2 reti agli avversari che “sentono” molto più la partita rispetto ai padroni di casa.

Nel terzo tempo i Raga accorciano subito le distanze con il “solito” Sala Federico pronto a sfruttare una delle poche occasioni concessegli dal suo marcatore, ma subiscono il micidiale contropiede degli avversari che chiudono la partita con il terzo gol a pochi minuti dalla fine.

Ora concentrati sul campionato e prendendo questo “incidente” di percorso come insegnamento che nulla si potrà ottenere senza impegno.

Bruno Marini

 

Pulcini 2004 – Torneo “Sesto Cup”

Olginatese-Accademia Como 1-3 / Olginatese-Milan 0-6 / Olginatese-Vis Nova Giussano 0-1

Pulcini 2004 impegnati nel 1° Torneo “Pro Sesto Cup” sabato pomeriggio a Sesto San Giovanni.

Inseriti nel girone eliminatorio con Accademia Como, Milan e Vis Nova Giussano i ragazzi bianconeri subiscono 3 sconfitte e devono abbandonare il torneo già alla prima fase.

La prima partita vede come avversario l’Accademia Como; nella prima fase regna un sostanziale equilibrio fino a pochi secondi dal termine quando il numero 9 avversario insacca dopo una ribattuta dell’ottimo Davide. Palla al centro e dopo nemmeno 10 secondi arriva il pareggio ad opera di Daniel, bravo e lesto nel calciare anticipando il portiere. Il secondo tempo offre subito due chiare occasioni da rete che prima Nicolò e poi Daniel non sfruttano a pieno; la replica degli avversari è subito vincente e al primo tiro in porta vanno a segno chiudendo poi la gara sul finire del tempo.

La seconda partita ci pone contro la formazione rossonera (ma per l’occasione in maglia bianca) del Milan. Fin dalle prime battute la fisicità e la tecnica avversaria si fanno sentire e il primo tempo si chiude con un secco 4-0; la reazione bianconera è tutta nei primi minuti del secondo tempo grazie a due conclusioni tentate da Daniel e Marcelin che trovano l’ottima risposta del portiere. Gara chiusa sul 6-0 con due segnature avversarie sul finire di partita.

La terza e decisiva partita, contro la Vis Nova Giussano, risulta la più equilibrata delle tre gare ma ci vede ancora sconfitti dopo aver sciupato 3 palle gol importanti e aver subito gol nell’unica vera occasione lasciata agli avversari.

Davide Verderio

 

Pulcini 2005 – Torneo “La Fabbrica dello Sport”

Olginatese-Rovellasca 2-0 / Olginatese-Gerardiana 0-0 / Olginatese-Varedo 5-0 / Olginatese-Bresso 0-1

I Pulcini 2005 disputano un’ottima fase a gironi nel torneo giocato a Paina ma vengono incredibilmente eliminati per un solo gol in meno realizzato rispetto alla Gerardiana, dopo quattro partite praticamente dominate e un solo gol subito. Se serviva una prova del fatto che nel calcio non c’è giustizia, i giovani calciatori bianconeri l’hanno verificata in pieno.

Nella prima partita i bianconeri battono facilmente la Rovellasca per 2 a 0, dominando l’incontro ma sbagliando troppi gol davanti alla porta. La rete che sblocca il match arriva solo a 6’ dalla fine, con un gran tiro da lontano di Marco Rada che s’infila proprio all’angolino. Il raddoppio, poco dopo, lo firma Samuele, in palla nonostante la febbre, risolvendo una mischia a due passi dalla porta.

Nel secondo incontro l’Olginatese parte male e viene salvato dalla traversa. Nella seconda parte del match i bianconeri iniziano a giocare sul serio e creano almeno dieci occasioni da rete, pareggiando anche il conto delle traverse con un tiro di Marco Caste deviato dal portiere. La Gerardiana resiste e la partita finisce 0 a 0.

Il terzo incontro è già decisivo. Di fronte c’è il Varedo. I bianconeri non tradiscono, dominano il match e stravincono 5 a 0. Si comincia con un autogol su cross di Samuele, che poi firma personalmente il raddoppio insaccando sottoporta un bell’assist di Andrea. Il terzo gol porta la firma di Marco Caste, che salta il proprio marcatore e scarica alle spalle del portiere. Il Varedo ormai non c’è più e l’Olginatese dilaga con i gol di Andrea e Michel.

Si arriva così alla sfida decisiva per il passaggio del turno contro il Bresso, finora a punteggio pieno. Basta anche un pari ma i bianconeri, nonostante un dominio pressoché costante e almeno 5 o 6 nitide palle gol costruite, perdono 1 a 0 subendo gol nell’unico tiro in porta degli avversari.

Nel match successivo la Gerardiana deve vincere con almeno tre gol di scarto per passare il turno ed eliminare i bianconeri e compie la sua missione battendo il Varedo 4 a 1. La squadra milanese arriva così a 8 gol fatti e 2 subiti; l’Olginatese, con 7 fatti e 1 solo subito, viene clamorosamente eliminato.

Un epilogo che lascia l’amaro in bocca ma che non toglie le ottime prestazioni disputate dai ragazzi di mister Matteo Zelioli. Anche questo sarà un insegnamento che contribuirà alla loro crescita.

Paolo Redi