Single Blog Title

This is a single blog caption

Allievi 97: vittoria netta contro il Sondrio

ALLIEVI 97 vs Sondrio 3-0

20’ Bella, 65’ Di Luccio, 73’ Beccalli

Due su due in questo girone di ritorno per quest’Olginatese affamata di vittorie. A farne le spese questa volta è il temibile Sondrio, giunto al comunale di via dell’Industria da terza della classe e desideroso di portare a casa i tre punti. Tre punti fondamentali per agguantare e scavalcare la stessa Olginatese, distante solo due lunghezze, e certamente per riscattare “l’umiliazione” (sportiva) subita all’andata. Si sa però che questo Sondrio, come dimostrano i risultati, è ben diverso da quello sconfitto per 9-2 in Valtellina e perciò ci sono tutti i presupposti per una partita emozionante, giocata a viso aperto da entrambe le parti. In realtà nella prima frazione di gioco accade ben poco e il match è molto equilibrato, con i valtellinesi che non demeritano affatto nonostante il parziale di 1-0.  Le squadre infatti sono bloccate a centrocampo e non riescono da entrambe le parti a trovare le giuste traiettorie di passaggio per mandare in goal gli attaccanti: Riva per i bianconeri e Fascendini per gli azzurri. Gli unici sussulti prima del gol dell’Olginatese sono un’ammonizione abbastanza generosa ai danni del malcapitato Bella, reo di aver abbandonato il campo per sostituire gli scarpini senza avvisare il direttore gioco, e un colpo di testa del capitano Corti, con Gilardoni battuto, che salva un goal che sembrava già fatto. Tutto questo fino al 25’ quando Di Luccio, dopo aver recuperato un pallone che sembrava perso, guadagna una punizione nei pressi del corner. Batte Beccalli col suo “magico” destro e Bella, ben appostato sul secondo palo, insacca di testa per il vantaggio bianconero. La seconda frazione di gioco riprende con un’altra piega rispetto alla prima e la stessa Olginatese fa capire fin da subito all’avversario quali siano le sue intenzioni. I sempre presenti Calò, Losa e Sarni aiutano il loro capitano a tenere la linea difensiva alta, accorciando gli spazi e sfiancando alla lunga gli avversari che non riescono più a ripartire. Il centrocampo inizia a macinare gioco e gli esterni d’attacco spingono alla ricerca del secondo goal; rete che arriva meritatamente poco dopo, al 65’, con Di Luccio bravo a sfruttare l’occasione capitatagli. A questo punto, mister Cavalli sostituisce in successione prima Maspero per un Ciresa lottatore, quindi Invernizzi per un propositivo Sarni e infine Maggioni per un generoso Baggioli. La partita prosegue così con la stessa trama d’inizio ripresa: Olginatese che gestisce la partita alla ricerca del goal sicurezza e valtellinesi, allo stremo ormai, che cercano invano di ripartire. Entrano quindi Stefanoni, Ktiti e Maglia e da qui in poi si hanno le migliori occasioni per segnare il terzo goal; prima con Corti sempre di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo e quindi con lo stesso Stefanoni, che si fa ipnotizzare dal portiere avversario. Beccalli tuttavia, dopo aver colpito una traversa, decide di sfruttare la giornata no del “rivale” Speziale e insacca al 73’ servito ottimamente da Ktiti, portandosi a 13 goal nella classifica cannonieri. Qualche altra emozione fino all’80 di gioco ma sempre da parte dei padroni di casi che legittimano con un convincente prestazione la vittoria più che meritata. I bianconeri si portano così a quota 33 punti, staccando i rivali del Sondrio nella lotta per il secondo posto, e soprattutto mantenendo due punti di distanza dalla scatenata Folgore, in attesa dello scontro diretto.

Lorenzo Invernizzi