Single Blog Title

This is a single blog caption

2003: il racconto dell’Udinese Academy Champions Cup

Superata la prima fase di Varedo e la seconda fase di Ferrara, di questa UDINESE ACADEMY CHAMPIONS CUP che vedeva al nastro di partenza ben 80 società di tutto il territorio nazionale affiliate al progetto UDINESE ACADEMY, ora i Raga di Olginate affrontano l’ultima impegnativa trasferta di Udine per andare a giocare la fase finale che potrebbero portarli alla finalissima che si giocherà alla DACIA ARENA.
Dopo aver svolto l’ultimo allenamento di rifinitura presso le strutture messe gentilmente a disposizione dalla POL2B di Beverate, la partenza per Udine è fissata per venerdì 3/6 e dopo un tranquillo viaggio in pullman GT l’arrivo a Palmanova, località prescelta dallo staff come sede della squadra.
Visita serale alla bella cittadina, dal 1960 monumento nazionale, chiamata la città stellata per la sua pianta poligonale a stella con 9 punte; particolare interesse ha suscitato la Piazza Grande, spazio perfettamente esagonale, al centro del quale si erge un basamento in pietra d’Istria, ove s’innalza un alto stendardo simbolo della città.
Al termine di questa visita “culturale” rientro presso la sede del ritiro ove, dopo cena, i Raga si sono ritirati nelle camere predisposte dallo staff.
Il mattino seguente trasferta presso il campo di San Vito al Torre dove nel pomeriggio i bianconeri affronteranno le due rivali del girone, i professionisti e padroni di casa dell’UDINESE e i siciliani della LO PICCOLO di Terrasini.
Nell’altro girone, che giocherà a Visco, le Società sono i croati della LOKOMOTIV ZAGABRIA, i padovani della VIRTUS VIGONTINA e gli umbri della POLISPORTIVA CAMPITELLO.
Il regolamento prevede che nei due gironi, le squadre si affronteranno in un girone all’italiana in partite da due tempi di 20’
Al termine delle sfide si stilerà una classifica e le vincenti dei due gironi si sfideranno nella finalissima di domenica 5/6 alla DACIA ARENA di Udine.
Leggero pasto a mezzogiorno e alle 15:30 la prima sfida contro l’UDINESE.
Maglia bianconera per gli olginatesi e azzurra per i padroni di casa.
Spalti gremiti con prevalenza di tifo per i friulani ma i “BUKANEROS” danno il meglio di se come coreografia e rumorosità.
Calcio d’inizio a favore dei friulani ma sono subito i bianconeri a prendere le redini del gioco non consentendo ai sorpresi padroni di casa, di esprime il loro gioco.
Il primo tempo è un monologo dei brianzoli che passano in vantaggio con un tap-in di CAZZANIGA e in seguito raddoppiano con ALBANO pronto a deviare in rete, con un poderoso colpo di testa, l’angolo battuto da RADA.
Il primo tempo termina sul 2-0 per gli olginatesi.
Ripresa che inizia con una timida reazione dei friulani che impensieriscono la retroguardia bianconera con giocate molto tecniche ma è GARGIONI, pronto a sfruttare al meglio un rapido contropiede, a chiudere la partita.
Portata a casa la vittoria e i primi 3 punti, la seconda sfida vede gli olginatesi affrontare i siciliani della RENZO LO PICCOLO di Terrasini.
Fischio d’inizio e sono i siciliani a rendersi pericolosi con rapide incursioni sulla fascia destra anche grazie alla fisicità dell’esterno alto che ricopre quella fascia.
Dopo l’ennesimo pericolo che si concretizza con una traversa colpita dai palermitani, i bianconeri (in tenuta gialla in questo incontro) iniziano a macinare il loro gioco e allo scadere della prima frazione di gioco trovano il vantaggio con una rete di FONTANA.
Ripresa che si apre con il pareggio del LO PICCOLO grazie a una distrazione della retroguardia lecchese.
I palermitani intravedono la possibilità di ribaltare il risultato e iniziano ad impostare la sfida sul piano fisico; numerose sono le interruzione per i falli di gioco ed è dopo l’ennesimo fallo subito che GARGIONI reagisce sotto gli occhi del direttore di gara che non può far altro che estrarre il cartellino rosso che, oltre a lasciare la squadra in inferiorità numerica fino al termine dell’incontro, gli costerà la successiva sfida alla DACIA ARENA.
Anche se con un giocatore in meno, gli olginatesi riescono a portare in porto un pareggio che lascia aperte le possibilità di vincere il girone e andare a giocarsi la finalissima allo stadio FRIULI.
Infatti nel successivo incontro tra il palermitani e l’UDINESE è quest’ultima ad aggiudicarsi la sfida con ampio margine, risultato che porta i bianconeri di Olginate a vincere il girone.
Dopo i dovuti festeggiamenti in campo e sugli spalti, si rientra nella sede del ritiro per poi ripartire alla volta della DACIA ARENA ove, durante il ricevimento offerto da UDINESE ACADEMY, si conoscerà l’avversaria per la finalissima del giorno successivo.
Le sorprese non finiscono mai ed infatti per conoscere il nome della squadra che contenderà il titolo ai “Raga” si dovrà procedere con un sorteggio tra i croati della LOKOMOTIV ZAGABRIA e gli umbri della POLISPORTIVA CAMPITELLO in quanto le due compagini, oltre ad essere arrivati a pari punteggio del girone, si sono trovate in parità in tutti gli altri parametri di selezione.
Il sorteggio effettuato in sala conferenze della DACIA ARENA da parte di PAOLO POGGI ex bomber di Udinese e Venezia, premia gli umbri della CAMPITELLO.
Rientro in hotel, notte trascorsa in tranquillità, risveglio con colazione equilibrata, passeggiata per le strade di Palmanova con visita al museo militare e trasversa ad UDINE per il pranzo consumato presso il ristorante VIP dello stadio.
Dopo qualche momento trascorso in completo relax in tribuna d’onore per assistere alle finali della categoria PULCINI in cui i nostri compagni del 2005 si aggiudicano il quarto posto su sedici partecipanti alla fase finale, veniamo accompagnati nello spogliatoio ufficiale dello stadio dove, oltre a provare una grande emozione, ci prepariamo alla partita con cura anche se con un po’ di tensione che si legge nello sguardo dei giocatori.
Dopo tutte le procedure del pre gara ed una emozionatissima attesa nel tunnel dello stadio, le squadre scendono in campo agli ordini del signor Bonutti di Udine.
Tribuna d’onore dello stadio che accoglie una nutrita schiera di BUKANEROS pronti a sostenere i Raga.
Terreno di gioco in perfette condizioni e clima ideale per un importante sfida.
Tradizionale casacca bianconera per gli olginatesi e rossoblu per i ternani.
Sin dalle primi battute di gioco si capisce che entrambe le squadre rimangono contratte perché la paura di perdere è maggiore rispetto alla voglia di prendere l’iniziativa.
Verso la metà del primo tempo sono i bianconeri ad avere una limpida possibilità di portarsi in vantaggio con un passaggio di CHIESA sui piedi di SALA che a tu per tu con il portiere, anche se in posizione leggermente defilata, preferisce mettere al centro anziché concludere in porta.
Dopo quest’azione i bianconere paiono spegnersi e sono gli umbri a prendere le redini del gioco con un calcio fatto prevalentemente di concretezza e che lascia poco margine al bel gioco.
È da una mischia al limite dell’area che parte il tiro a campanile che si insaccandosi alle spalle di un incolpevole MANZONI, risulterà poi decisivo per le sorti dell’incontro.
Nella ripresa il gioco si fa sempre più spezzettato con un Olginatese contratta che non riesce ad esprimere il proprio gioco subendo, come in tutta questa stagione, le squadre che basano il loro gioco sulla fisicità.
Al triplice fischio grande è lo sconforto tra le fila bianconere ma le parole del Mister e del suo Staff (Fabio e Sandro) fanno capire ai Raga quanto siamo stati grandi riuscendo ad arrivare fino lì a giocarsi la vittoria in questa finale, in questa fantastica ed irripetibile cornice.
Passato l’iniziale sconforto si attendono le premiazioni ed è in una di queste che il nostro Peppo CHIESA viene scelto come giocatore più caparbio del torneo aggiudicandosi l’ambito premio “RESPECT”….
In conclusione doccia, saluti, lacrime e grazie a:

lo STAFF di UdineseAcademy per l’ospitalità e la cortesia;
i BUKANEROS per l’instancabile supporto che tanto ci carica;
i nostri sponsor MASSIMO, DANILO e ROSSI;
la Società USD OLGINATESE per l’opportunità;
la POL2B per averci concesso le strutture per l’ultimo allenamento di rifinitura;
l’hotel ROMA di Palmanova, sede del ritiro, per la pazienza e la cortesia offertaci:
l’”economo” FABIO per la perfetta organizzazione dell’impegnativa trasferta;
il “tattico” SANDRO per la pazienza dimostrata;
VOI “RAGA” per il fantastico SOGNO!!

ESORDIENTI 2003
USD OLGINATESE
IL SOGNO CONTINUA…..
Mister Bruno Marini